Stadio del salto, sessione creativa per il post 2026

Nei primi mesi del 2022, in vista dell’appuntamento a cinque cerchi del 2026, dovrebbe essere pronto il progetto definitivo da mettere in gara per l’assegnazione dei lavori di adeguamento dello stadio del salto di Predazzo. Contemporaneamente alla realizzazione della fase prettamente sportiva, entra nel vivo anche la cosiddetta “fase due” della progettazione, quella che riguarda l’eredità olimpica. È infatti iniziato il lavoro di raccolta di idee per individuare soluzioni per il post evento: “È necessario pensare a un futuro sostenibile per lo stadio del salto – sottolinea l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Predazzo Paolo Boninsegna in un comunicato stampa -. È quindi questo il momento per ragionare su progetti, iniziative, possibili modi di utilizzo degli spazi che generino introiti che contribuiscano alla riduzione delle spese di gestione dell’impianto. È fondamentale che la comunità metta sul piatto idee e proposte per valorizzare le grandi potenzialità dell’impianto, che è già un’eccellenza in ambito sportivo, ma che può e deve diventare un fiore all’occhiello per Predazzo e per tutto il territorio anche a livello turistico”.

Per raccogliere suggerimenti e proposte, l’Amministrazione comunale si è rivolta a Garofalo&Idee Associate, società che si occupa di sviluppo creativo.

Il team Garofalo è stato a Predazzo pochi giorni fa, dove ha organizzato una sessione creativa alla quale hanno partecipato, su invito del Comune, persone con percorsi e professionalità differenti, provenienti anche da fuori valle e con ambiti di competenza molto diversi tra loro, non solo riguardanti lo sport. Sono state volutamente escluse le persone a diretto contatto con la progettazione della struttura così da non influenzare i gruppi di lavoro.  Presenti anche la sindaca Maria Bosin e l’assessore Giuseppe Facchini come rappresentanti della maggioranza comunale e i consiglieri Massimiliano Sorci e Dino Degaudenz per la minoranza.

I partecipanti sono stati divisi in gruppi, ognuno dei quali, seguendo una linea guida caratterizzata da diversi temi proposti (scienza, adrenalina, cultura e spettacolo, enogastronomia, accoglienza), ha contribuito alla generazione di ben 274 idee che saranno poi trasformate dalla Garofalo & Ideee Associate in elementi di profitto per l’impianto mediante opportuni criteri di validazione.

“Questo nuovo metodo di lavoro si è rivelato molto efficace – commenta Boninsegna -. In quanto ha coinvolto in maniera fattiva tutti i partecipanti. Visto l’interesse dimostrato dai presenti e la quantità delle idee emerse, non escludiamo che questa formula possa essere utilizzata anche per altre tematiche importanti per il paese come, ad esempio, sul futuro del maneggio perché permette di mettere a confronto diverse visioni in modo costruttivo e propositivo coinvolgendo i cittadini”.

Se qualche cittadino fosse interessato a partecipare ad eventi come questo, sia in ambito olimpico che in altri settori, può lasciare il proprio nominativo alla segreteria comunale (tel. 0462 508228). 

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento