Sul Bondone tre fiemmesi nei primi cinque

Mauro Brigadoi si è visto sfuggire per 36 secondi il titolo di campione italiano amatori di sci di fondo a tecnica classica. Ieri alle Viote, alla settima Monte Bondone Nordic Skimarathon, il predazzano ha tagliato il traguardo secondo dopo il compagno di squadra Lorenzo Busin. “Mi sono sempre piaciute le piste delle Viote – ha dichiarato a fine gara – sono dotate di continui saliscendi e cambi di direzione, e oggi mi sono proprio divertito, perché si è trattato di una gara impostata su un buon ritmo. Fino ad un certo punto ho pensato di poter raggiungere Lorenzo, ma ad un certo punto ho dovuto accettare l’idea che ne aveva più di me e quindi da metà in poi ho pensato ad amministrare la seconda piazza. Sono convinto che se questa competizione potesse essere organizzata su un tracciato più lungo potrebbe attirare anche tanti concorrenti stranieri».

Terzo il fiemmese d’adozione Francesco Ferrari (cresciuto a Frassinoro, in provincia di Modena, ora vive a Predazzo), per un podio completamente targato Team Internorm Trentino Zorzi Max (by SottoZero). Quinto posto per il teserano del Team Futura Riccardo Mich, che porta a casa il titolo di campione italiano Master M1. Sesto il fratello Stefano. A Luigi Delvai della Stella Alpina Carano il titolo nella categoria Master M5.

Nella foto di Raffaele Merler il predazzano Mauro Brigadoi

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Lascia un commento