TFF, day by day. Giorno 2 – Incontri ed eventi

Primo giorno di proiezioni al Festival, fra la musica di Cisco e la filosofia di Umberto Galimberti. Durante la serata evento in Piazza Mostra, il leader dello storico gruppo modenese, Cisco, ripercorrerà gesta ed irishness dei loro primi 30 anni di carriera, mentre il filosofo incanterà il pubblico, esortandolo a “conoscere se stesso”.Nel programma cinematografico, verranno proiettati in Concorso “Pyramiden” di Damien Faure e “Segnali di vita” di Leandro Picarella, oltre al film di apertura “Oura El Jbel” di Mohamed Ben Attia per la sezione Anteprime e il sentito omaggio, per Destinazione… Irlanda, al leader dei Pogues Shawn McGowan, in “Crock of Gold” di Julien Temple . Durante la mattinata, il laboratorio d’innovazione di Alessandro Garofalo e un viaggio nel mondo dell’ecocinema con la presentazione del libro “Antropocine, lo schermo verde”. Al pomeriggio, le inaugurazioni della mostra “Orsigna Montagna Maestra” e di T4Future, oltre alla presentazione di “Mercanti di luce”, libro che ha vinto la “Menzione Speciale Trentino” al Premio ITAS.

Eventi e Incontri

Ad aprire il secondo giorno di Festival – e primo giorno di proiezioni – sarà l’esordio della rubrica mattutina Acclimatarsi alla luce: a partire dalle 7, nella Chiesa di Santa Maria del Suffragio, avra luogo questo piccolo breviario laico quotidiano, fatto di suoni, parole e silenzi e promosso dal progetto diocesano Chieseacolori. Alle 8.30 appuntamento al Castello del Buonconsiglio per L’arte del respiro: gestire la mente controllando il respiro, attivita promossa dal Parco del Respiro di Fai della Paganella, che prevede la messa in pratica collettiva di tecniche pranayama, guidati dall’istruttrice Lorenza Sonn. A partire dalle ore 10, Alessandro Garofalo presentera Montagna in movimento, negli spazi di Palazzo Roccabruna e in collaborazione con Trento Capitale Europea del Volontariato. Un autentico laboratorio di innovazione, nel quale si utilizzeranno tecniche di creativita emergente per permettere a tutti i partecipanti di dialogare e proporre idee riguardanti quattro macrotematiche: gente felice, semplificazione amministrativa, attivismo e rigenerazione. Alle 10.30 il Salotto letterario di MontagnaLibri ospiterà la presentazione de La vita negli occhi di Jacopo Merizzi (Edizioni CAI). L’autore – guida alpina, appassionato archeologo e strenuo difensore della Val di Mello – narrera, in dialogo con Fausta Slanzi, le proprie avventure. 1Alla stessa ora, negli spazi di Radio Dolomiti in Piazza Duomo, Luca Scoz e Elisabetta Flor del MUSE racconteranno gli Sciamani tra passato e presente, partendo dalla mostra tematica ospitata a Palazzo delle Albere e visitabile durante tutto il periodo del Festival. Alle 11, nella Sala conferenze del MUSE, avra luogo la presentazione del libro Antropocine, lo schermo verde (Altreconomia). L’autore, Marino Midena, dialoghera con Luca Ferrario di Trentino Film Commission in merito a tendenze, linguaggi e questioni di un nuovo ed interessante filone critico: quello dell’ecocinema.

Fassa Coop

Alle 11.30, nel Salotto letterario di MontagnaLibri, primo appuntamento di quest’edizione con Ciak si stappa, il tradizionale aperitivo con le bollicine Rotari TrentoDOC in attesa dell’altrettanto tradizionale Cosa vedo oggi?, incontro quotidiano – ospitato sempre nel Salotto di MontagnaLibri– con il responsabile del programma cinematografico Mauro Gervasini e i registi presenti al Festival, per raccontare i film del giorno e guidare il pubblico alla scoperta delle proiezioni. Alle 15, Palazzo Roccabruna sara teatro di Piwi: viti per il territorio di montagna e l’ambiente, un convegno a cura di Associazione Piwi Trentino e Enoteca provinciale del Trentino che intende riflettere su come il cambiamento climatico stia influenzando anche la viticoltura di montagna e quali scenari si prospettino. A dialogare sul tema saranno Giacomo Poletti dell’Associazione meteo Trentino Alto Adige, l’esperto di viticoltura trentina Luciano Groff, gia enologo presso il Centro Trasferimento Tecnologico di FEM, Riccardo Velasco, vicepresidente Piwi Italia e direttore del Centro di Ricerca in Viticoltura ed Enologia e Silvia Vezzulli, ricercatrice presso il Centro Ricerca e Innovazione di FEM. Sempre alle 15, 00A Gallery ospitera l’inaugurazione della mostra Orsigna Montagna Maestra, un racconto visivo del fotografo Alexey Pivovarov che ripercorre i paesaggi, i luoghi, i volti e gli ambienti della Valle Orsigna, capaci d’incantare anche il grande Tiziano Terzani.

Un’altra importante inaugurazione e prevista alle 15.30: quella della sezione T4Future, che animera Piazza Fiera per tutto il corso del Festival, con una serie di laboratori e attivita dedicati a bambini e famiglie, legati al mondo della montagna e pensati in collaborazione con prestigiosi partner del territorio. Dopo il taglio del nastro, lo spettacolo Open Air Circus, promosso in collaborazione con l’associazione Bolla di Sapone: un jukebox imprevedibile ed un allestimento retro faranno da cornice a prodezze acrobatiche, giocolerie bizzarre e funambolismi improbabili. Alle 16, nel Salotto letterario di MontagnaLibri, Marco Confortola – guida alpina, formatore, tecnico di elisoccorso e tour leader – insegnera al pubblico Come si prepara una spedizione in terra himalayana, in un evento a cura di Viaggia con Carlo. Alle 17, triplo appuntamento. Il primo, a Palazzo Roccabruna, con Assaggi resistenti: alla scoperta dei vini Piwi del Trentino Alto Adige, un’occasione per degustare le migliori espressioni dei vini ottenute da queste nuove varieta. Alla SOSAT, invece, avra luogo una Conversazione con Mariano Frizzera, organizzata in collaborazione con Montura, durante la quale l’accademico del CAI raccontera, dialogando insieme ad Ezio Amistadi, le sue esperienze alpinistiche e di vita negli anni eroici dell’evoluzione dell’arrampicata in Dolomiti. 2Infine, al METS – Museo etnografico trentino San Michele, si terra per Destinazione… Irlanda un Workshop-concerto con il Trio O’Carolan, condotto da Renato Morelli. Sempre a partire dalle 17, per il ciclo Castello Cent’anni che celebra il centenario del Museo del Buonconsiglio, Piazza Mostra ospitera dapprima un incontro con il videomaker e art-influencer Roberto Celestri, dal titolo Museo dinamico: la bellezza parla ai giovani?, mentre alle 18 sara la volta di Dentro, fuori, oltre: cent’anni di museo del Castello del Buonconsiglio, evento durante il quale il filosofo Umberto Galimberti parlera del significato che si nasconde dietro il motto del centenario “Conosci te stesso”, attualizzando il messaggio di questa celebre frase che e incisa nel cinquecentesco specchio marmoreo della Loggia veneziana. In caso di maltempo, l’evento si svolgera presso l’Auditorium Santa Chiara.

Dorigoni

Alle 17.30, il Salotto letterario di MontagnaLibri vedrà la presentazione di Mercanti di luce. Ottici e fotografi tesini tra Ottocento e Novecento (Publistampa), ultima fatica letteraria meritevole della “Menzione Speciale Trentino” al Premio ITAS 2024 – di Elda Fietta. L’autrice, in dialogo con Enrico Cereghini, guiderà il pubblico sulle tracce degli ottici e dei fotografi tesini: mercanti, imprenditori, innovatori e artigiani, capaci di saldare il pragmatismo degli uomini di montagna con una rara sensibilità culturale. Alle 18, presso la Sala Conferenze del MUSE, avra luogo il convegno dal titolo Presena. Cosa rimane quando un ghiacciaio si scioglie, in collaborazione con METS – Museo etnografico trentino San Michele, MUSE, Pro Loco di Vermiglio e Centro pace, ecologia e diritti umani. Luca Faoro del METS, Annibale Salsa di Tsm | step – Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio, Christian Casarotto e Mauro Gobbi del MUSE e i registi-ricercatori Federico Scienza e Manuela Boezio dialogheranno su come una piccola comunità posta ai piedi del Presena – e che prospera grazie al turismo – stia vivendo la svolta epocale di un ghiacciaio in via d’estinzione. Per la rubrica Un’ora per acclimatarsi, alle 19 in Piazza Cesare Battisti, Marco Albino Ferrari e Camilla Valletti rifletteranno sul tema Racconto e montagna, montagna è racconto, interrogandosi sul ruolo delle narrazioni nel processo di costruzione degli immaginari montani. In caso di maltempo, l’evento si svolgera presso il Salotto letterario di MontagnaLibri. Infine, alle ore 20.30 in Piazza Mostra, appuntamento, per Destinazione… Irlanda con Riportando tutti a casa 30 anni dopo. Cisco dei Modena City Ramblers dialoghera con il critico musicale e giornalista radiofonico John Vignola, in una conversazione che sara anche l’occasione per viaggiare attraverso la storia della musica irlandese, rea di aver ispirato la band. Quelle stesse sonorità saranno infine ripercorse sul palco, nell’ultima tappa del mini-tour primaverile organizzato dal gruppo per celebrare i 30 anni del loro primo disco, Riportando tutto a casa. In caso di maltempo, l’evento si svolgerà presso l’Auditorium Santa Chiara. Highlights

Immobiliare Scorpion
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Lascia un commento