TFF – Montagne di famiglia2: Il passo Rolle nel 1946

In occasione del centenario della nascita del cinema amatoriale, nell’ambito del progetto speciale Home Movies 100 dell’Archivio Nazionale del Film di Famiglia, sostenuto da MiC – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo e Regione Emilia Romagna – Emilia Romagna Film Commission, il Trento Film Festival presenta due programmi di pellicole di spedizioni, avventure, viaggi e scampagnate in quota, conservati dall’organizzazione bolognese, per un’escursione a “passo ridotto” nella storia del cinema amatoriale in montagna, dagli anni ‘20 agli anni ‘60. Domenica 30 aprile è stato proiettato anche un corto dul rifugio Roda de Vael. Questo secondo programma di “Montagne di famiglia” vede anche un corto di 12 minuti sul Passo Rolle e il Primiero.


Questo il programma del 1 maggio alle 16.45 al cinema Modena sala 1

S. Martino di Castrozza 46/47
Ermenegildo Boccafogli, Italia, 1946-1947, 16mm, 12’
Vacanza sulla neve con amici per il ferrarese Boccafogli. Alcuni giorni tra Asiago e S. Martino di Castrozza, con gite alle Pale di San Martino, al Passo Rolle, in Val Cismon, molte gare di sci, pranzi in rifugio e tanta, tantissima, neve.

Una storia d’amore e di montagna (titolo attribuito, estratti)
Dino De Riso, Italia, 1948 ca, 9,5mm, 15’
Il film diario di una coppia.

Due giorni al Faloria. Ovvero: al margine di un Festival
Mario Fantin, Italia, 1953, 8mm, 15’
Il festival di cinematografia sportiva di Cortina e le gare di sci al Faloria.

Una gita al gendarme (Passo del Cerreto)
Enrico Bagni, Italia, 1954, 8mm, 6′
Sugli Appennini: cronaca di una scalata.

Il trenino della neve
Carlo Fuzzi, Italia, 1956 ca, 8mm, 8’
Sulla ferrovia a passo ridotto che va da Chiusa al rifugio in Plan di Val Gardena e fu costruita dai soldati russi prigionieri della Grande Guerra.

Giorni d’oblio sulle Dolomiti (estratto)
Giuseppe Lenzi, Italia, 1964, 8mm, 12’
In un periodo di preoccupazioni e difficoltà personali, Il cineamatore decide di passare alcuni giorni sulle Dolomiti, perdendosi tra i paesaggi montani.

Proiezione con accompagnamento musicale dal vivo di Sebastiano Martinelli e Michael Pancher, già attivi con i progetti Kuru ed Electric Kuru, che presentano un set per nastri, percussioni e fiati.

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email