Tour de Ski: il Cermis diventa protagonista

Molto partecipata la conferenza stampa della tappa di Tour de Ski in Val di Fiemme, svoltasi a Trento nella tarda mattinata di oggi presso la sede di Trentino Marketing, per presentare l’evento che andrà in scena questo weekend allo stadio del fondo di Lago di Tesero e sulla pista Olimpia III del Cermis.

In avvio, è stato ricordato come il Tour de Ski sia “figlio” della Val di Fiemme, luogo simbolo della manifestazione che in 18 edizioni è stato sempre ospitato dalla vallata trentina.

Ha portato il saluto della Provincia di Trento Francesca Gerosa, vicepresidente e assessora provinciale allo Sport: “Il Tour de Ski pone nuovamente il Trentino sotto i riflettori internazionali, grazie alla Val di Fiemme. Se allungo lo sguardo e penso alle Olimpiadi, vedere che il 33% delle medaglie a 5 cerchi verrà assegnato qui è motivo di grande orgoglio. Un orgoglio che parte dalla forza del volontariato, fondamentale nella buona riuscita di manifestazioni importanti come questa e grazie dunque a chi con passione mette a disposizione le proprie competenze nell’organizzazione di questi eventi”.

Parola poi a Pietro De Godenz, presidente del comitato Nordic Ski, il quale tiene a ringraziare i media e la stampa: “Questa conferenza è stata pensata e voluta per voi, non otterremmo di certo il risalto che ci serve senza il vostro lavoro e la vostra attenzione nei confronti dello sport, quindi grazie davvero”.

Quelle attese in Val di Fiemme saranno giornate intense, ricche anche dei tanti eventi di contorno che il comitato ha allestito come il Tour del Gusto, che promuove la regione anche sotto l’aspetto culinario, e la Rampa con i Campioni in compagnia di tanti volti noti nel panorama del fondo, ma anche la Coop Mini World Cup dedicata a bambini e ragazzi. Attesissima la Final Climb, punta di diamante della stagione anche a livello mediatico, con l’evento fiemmese a rientrare fra i più seguiti di tutto il circo bianco e a battere in termini di audience la blasonata Coppa di sci alpino.

Dorigoni

Sempre in piena attività Cristina Bellante, direttrice generale del comitato. “Io e le mie colleghe lavoriamo in ufficio tutto l’anno per questo evento. Ci siamo da poco allargati con nuove assunzioni perché, se è vero che serve l’esperienza, c’è bisogno anche dell’entusiasmo dei giovani e puntiamo molto su di loro”. Di giovani ha parlato anche Mauro Dezulian, “l’uomo dei volontari” che come vicepresidente del comitato si occupa direttamente della gestione delle forti braccia operose di chi collabora all’evento: “Si è instaurata una vera cultura del volontariato nelle nostre valli e contiamo molto sui giovani anche in ottica Olimpiadi, quando i numeri cresceranno. Solitamente occupiamo 500 volontari, ma potrebbero sestuplicare in vista dei Giochi. Abbiamo decine di ambiti in cui impieghiamo le nostre forze, dagli autisti agli addetti alle pulizie passando per i parcheggiatori e gli addetti alla sicurezza”.

Apprezzatissima ospite speciale della conferenza è stata Nicole Monsorno, atleta fiemmese della nazionale italiana che ha da poco concluso la sua prima esperienza al Tour e con la sua grande professionalità non ha rifiutato l’invito alla conferenza: “Accettare mi è venuto spontaneo. Per me la Val di Fiemme è casa e quindi anche il Tour de Ski è casa. Mi sono trovata benissimo alle gare che ho fatto, spero presto di poter competere di nuovo al Tour ma stavolta sulle piste della mia valle! Sento di voler fare i complimenti alle mie colleghe, io sono stanchissima dopo quattro gare quindi immagino che loro saranno ancor più esauste. Aggiungo che le svedesi che abbiamo visto andare forte in questi giorni erano in ritiro in Val di Fiemme… magari è l’aria trentina che ha fatto loro così bene!”. Monsorno ha anche sottolineato l’importanza di far parte di un gruppo sportivo di stato, in cui si sente protetta e può dare il meglio, e ha chiuso con un in bocca al lupo a Federico Pellegrino: “Lui è sempre il più forte, è in gran ripresa e lo vedo bene anche per un posto sul podio, che si meriterebbe molto”. E ai tifosi dice: “Lo sci di fondo è uno degli sport più belli al mondo e la fatica che facciamo va vissuta LIVE, venite a sostenerci a bordo pista!”.

Arredamenti Depal

Conclude con il suo saluto Tiziano Mellarini, presidente provinciale FISI: “Il Tour de Ski è uno scrigno nell’offerta turistica trentina e spero avvicini tanti altri giovani al mondo degli sport invernali”.

In chiusura l’immancabile ringraziamento a Trentino Marketing e all’Apt Fiemme. Le gare fiemmesi scatteranno sabato 6 gennaio con la 15 km Mass Start in classico mentre domenica 7 grande chiusura del Tour con la 10 km TL che culminerà sulla mitica salita all’Alpe Cermis.

Foto: Nicole Monsorno con l’assessora Francesca Gerosa – Newspower

Expert f.lli Tomaselli
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email