Trento Film Festival, day by day – 8° giorno – gli incontri

L’ottava giornata del Trento Film Festival (Venerdì 5 maggio) comincia alle 10.30 con il Caffè scientifico di Radio Dolomiti in Piazza Duomo: Montagna TV presenterà! il primo podcast dedicato all’Everest.

Storia di una conquista. Quattro episodi che prendono spunto dalla scomparsa di George Mallory e Andrew Irvine nel 1924, per raccontare la sfida tra l’uomo e la cima piu! alta della Terra: a parlarne sara! il suo ideatore, Stefano Ardito.

Alla stessa ora, ma presso Le Garage Lab, il secondo appuntamento di Colazione con le fate: Irene Leonardelli, ricercatrice in ecologia e politica femminista, condurrà! un talk riguardante il suo studio in merito al rapporto fra acqua, donne e ambiente.

A mezzogiorno il quotidiano appuntamento con la rubrica Cosa vedo oggi? in piazza C. Battisti: il responsabile del programma cinematografico Sergio Fant e i registi ospiti guideranno il pubblico alla scoperta delle proiezioni della giornata. 

Dalle 15 alle 19, negli spazi del Chiostro degli Agostiniani, la tradizionale Mostra mercato internazionale delle librerie antiquarie: come ogni anno, durante il secondo weekend di festival, i librai antiquari specializzati portano a Trento il meglio della loro selezione.

Sempre nel Chiostro degli Agostiniani, alle 16, un “gioco” per riscoprire i libri di montagna da non perdere: I quattordici più belli, con Leonardo Bizzaro e Riccardo Decarli, un incontro che intende aggiornare, insieme al pubblico, la lista di tutti quei testi da leggere assolutamente, oltre che di quelli sopravvalutati da “dimenticare”.

Alle 16.30, negli spazi T4Future in Piazza Fiera, Laura Ogna presenterà invece Ragazze in capo al mondo. Storie di esploratrici e di viaggi, edito da Editoriale Scienza con illustrazioni di Giulia Sagramola: dieci storie di viaggiatrici ed esploratrici che sono andate controcorrente, sfidando le convenzioni del loro tempo, per conoscere popoli, culture e territori lontani.

Il pomeriggio prosegue alle 17 presso Le Gallerie di Piedicastello, con l’incontro Esplorazioni culturali. Giovani e musica in viaggio: il giornalista Federico Oselini, in un intreccio fra narrazione e musica, presenterà il progetto “Esploratrorə Culturali. Storie dalla Community”, confluito nell’omonimo libro a cura di Fondazione Demarchi e Provincia Autonoma di Trento. Iniziative a tema ambiente, natura e montagna si intrecciano in un racconto accompagnato dalla voce e dalla chitarra di Franco Mazzetto.

Alle 17.30, in Piazza Cesare Battisti, l’opportunità di provare un Massaggio con le campane tibetane: pratica antica, armonica e vibrazionale, dai molteplici benefici psicofisici.

Sempre alle 17.30, si torna nel Chiostro degli Agostiniani, con la presentazione di Tutti i libri del mondo (delle vette). L’enciclopedia bibliografica di Jacques Perret che presenterà! per la prima volta in Italia la seconda edizione della sua “Guida ai libri di montagna e alpinismo”: una storia che parte dalla prima salita del Mont Aiguille, nel 1492, e arriva ad oggi.

Alle 18, negli spazi di Palazzo Roccabruna, la presentazione del libro Sulla roccia. La mia montagna di parete in parete, edito da Solferino: l’autrice Anna Fleming dialoga con Luca Calvi sul proprio percorso di formazione, alla ricerca del senso autentico che si manifesta nell’immersione nella grandiosita! della natura.

Sempre alle 18, nello Spazio Alpino SAT, la tradizionale assegnazione del Premio SAT 2023. Il riconoscimento sara! diviso in tre sezioni: alpinismo, produzione letteraria e storico scientifica ed impegno sociale. L’evento vedra! anche la partecipazione del Coro SAT.

Alle 19, negli spazi di Palazzo Roccabruna, il Rifugio Capanna Passo Valles di San Martino di Castrozza proporra! durante l’evento La cucina di montagna alcuni piatti tipici della tradizione montana.

Per la rubrica Un’ora per acclimatarsi, sempre alle 19 ma in Piazza Battisti, il presidente generale del CAI Antonio Montani rifletterà sul tema Il futuro del CAI. Spopolamento, turismo di massa e crisi climatica stanno provocando un’enorme pressione antropica sulle montagne di oggi: tutti fattori che spingono il Club Alpino Italiano ad essere il nuovo portavoce per ripensare il nostro rapporto con la montagna.

Infine, la serata evento al Teatro Sociale: Grandi maestri per grandi scuole, in programma dalle 21. Tamara Lunger e Pietro Lacasella, con gli alpinisti, gli istruttori e i responsabili delle scuole CAI-SAT, ripercorreranno l’affascinante storia di alcuni fra i piu! celebri nomi dell’alpinismo,che hanno battezzato la nascita delle omonime scuole di alpinismo, sci alpinismo e arrampicata libera: un’occasione per capire il passato e immaginare il futuro dell’andare in montagna. L’evento vedra! anche la collaborazione straordinaria del Coro SOSAT, con un tributo alle celebri colonne sonore di Ennio Morricone.

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email