Tutto sul Bus Rapid Transit

Giovedì 8 settembre si terrano in valle due incontri informativi sul Bus Rapid Transit, a Pozza di Fassa e a Cavalese.

Un doppio appuntamento, rispettivamente alle 17.30 e alle 20, con al centro il progetto per la mobilità sostenibile nelle valli di Fiemme e Fassa in vista delle Olimpiadi 2026

Migliorare il sistema della mobilità delle valli di Fiemme e Fassa, generando ricadute positive tanto sulle comunità locali quanto sui turisti e guardando alla sfida posta dalle Olimpiadi invernali del 2026 che avranno protagonista il Trentino assieme agli altri territori. È questo – secondo un comunicato della PAT – l’obiettivo del sistema BRT-Bus Rapid Transit, la soluzione per la mobilità sostenibile sull’asse dell’Avisio. Un investimento complessivo di 60 milioni di euro (questa la somma a disposizione del Trentino) per l’innovazione del trasporto pubblico su gomma, con la creazione di nuove opere infrastrutturali, corsie riservate per il passaggio dei bus e l’acquisto di nuovi mezzi. Nell’ambito del percorso di condivisione con le comunità interessate, il documento preliminare alla progettazione (DPP) del BRT sarà ora illustrato alla cittadinanza nelle due conferenze pubbliche di informazione organizzate dalla Provincia autonoma di Trento, con la partecipazione dei vertici dell’Amministrazione, assieme a dirigenti e tecnici.

Ecco gli appuntamenti:

– Giovedì 8 settembre 2022 ore 17.30 a Pozza di Fassa (Sèn Jan) presso l’Aula magna della Scuola ladina di Fassa in via G. Soraperra 6;

– Giovedì 8 settembre 2022 ore 20.00 a Cavalese presso il PalaFiemme in via F.lli Bronzetti 60.

Saranno presenti i seguenti relatori: il dott. Roberto Andreatta e gli ingegneri Mario Monaco, Nicola Simoni, Giuliano Giacomelli, Stefano Ciurnelli e Corrado Rossi.

Si precisa che le conferenze pubbliche di informazione sono aperte a tutti i residenti e ai portatori d’interesse collettivi.

Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Lascia un commento