Un bilancio molto positivo per la Pro Loco di Ziano

Nei giorni scorsi la Pro Loco di Ziano di Fiemme ha tenuto la sua seconda assemblea nello show room de La Sportiva, preceduta dall’illustrazione da parte di Giulia e Lorenzo Delladio dell’attività dell’azienda anche per la comunità locale.

La Coppa Cooperativa è stata la manifestazione che ha ottenuto il maggior successo e che è stata apprezzata in tutta la valle. Una riscoperta dopo 26 anni dall’ultima edizione.

Numerose attività svolte nel corso del 2023: dai concerti di Natale, alla presenza alle varie Marcialonghe e feste locali, come il compleanno di Radio Fiemme o Fiemme senz’auto. E ancora la pechenada pasquale, il festival della fisarmonica, i laboratori delle api, musicali con Giordano, teatrali e sulle erbe officinali, i bagni di foresta, le storie di carta e di sassi, il kamishibai, il festival della lana, i giochi di una volta, il corso di ballo folk, i krampus e tanti concerti dei cori locali. Un’iniziativa davvero significativa è stata l’idea del campo comunitaria realizzata in collaborazione con la Regola di Ziano della Magnifica Comunità. Un esempio di come si possa realizzare e gestire un campo con poche regole e molta condivisione, in cui ciascuno può dare il proprio contributo secondo le proprie possibilità e utilizzare i prodotti secondo le proprie necessità. Con i prodotti del campo è stata organizzata ovviamente anche la cena comunitaria. La Pro Loco di Ziano è molto social e sul proprio sito propone anche una storymap di attività, progetti ed eventi, per scoprire con un clic dove, cosa, quando, chi e spesso anche il perché delle singole iniziative.

Fassa Coop

Un bilancio economico è triplicato rispetto all’anno precedente raggiungendo i 33.642 euro di entrate e 34.409 euro di uscite, con un disavanzo di 799 euro che, ha sottolineato Partel, è nulla a fronte delle numerose attività realizzate.

Fra le entrate spiccano i 15.000 euro di incassi per gli eventi, i 5.883 di contributi e i 3.542 di sponsorizzazione di Apt e Cassa rurale, le offerte libere che ammontano a 4.462 euro, oltre a 1.320 euro di tesseramenti. Fra le uscite 17.827 euro di spese di organizzazione degli eventi e 2.310 per altre attività, 3.050 di donazioni, in particolare per la sistemazione della chiesa di S. Anna, in pratica il ricavato della sagra organizzata alla frazione di Roda dove sorge la chiesa. Per il resto 1.500 di imposte e tasse, 1.977 di attrezzature, 1.300 di assicurazioni.

Catinaccio Rosengarten

Per il 2024, ha spiegato il presidente Alberto Vanzetta, è prossima la ripetizione della Pechenada di Pasqua. In programma anche l’organizzazione con La Sportiva di una festa campestre a maggio quando l’azienda ospiterà per alcuni giorni la propria rete di vendita con 150 ospiti provenienti da 70 Paesi i quali saranno coinvolti in una grande festa che offrirà anche l’occasione per uno scambio culturale con venditori provenienti da tutto il mondo.

Immobiliare Scorpion
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email