Un hackathon per lo sci

L’Università di Trento e la piattaforma HYPE Sports Innovation lanciano la prima maratona informatica dedicata all’innovazione negli sport invernali e di montagna. Obiettivo: utilizzare al meglio i dati tecnici raccolti direttamente dallo scarpone dell’atleta e dai video della performance per aumentare il coinvolgimento dei fan durante le gare di sci. Trentasei ore per trovare la soluzione migliore per la FIS (International Ski Federation) e per due committenti top del settore: European Broadcasting Union and Swiss Timing. L’HYPE UniTrento Winter Sports Hackathon 2021 si terrà online l’8 e 9 giugno.

L’iniziativa parte dalla convinzione che lo sport sia più che mera prestazione fisica: è emozione, coinvolgimento, partecipazione. E attorno allo sci il tifo e la vicinanza degli spettatori è parte integrante del fascino di questo sport e del business che si genera attorno ad esso. Le tecnologie informatiche possono dare un contributo per migliorare l’esperienza dei tifosi, informarli, renderli più partecipi dei dietro le quinte tecnici e dei dettagli che concorrono a determinare la prestazione vincente in una discesa. Ed è proprio su questi aspetti si gioca la sfida del primo Hackathon al mondo dedicato agli sport invernali. Trentasei ore ininterrotte in cui squadre di appassionati e nerd da tutto il mondo proveranno a sviluppare la migliore soluzione informatica per aumentare il cosiddetto “fan engagement”, la partecipazione del pubblico televisivo, attorno alle gare di sci. 

A promuovere per la prima volta questa maratona informatica internazionale è l’Università di Trento (e nello specifico i Dipartimenti di Ingegneria e Scienza dell’informazione e di Ingegneria industriale) insieme alla piattaforma HYPE Sports Innovation, con l’obiettivo di farne diventare un appuntamento annuale fisso dedicato non soltanto allo sci, ma più in generale agli sport invernali e di montagna.

La chiamata per le squadre disponibili a sfidarsi si è aperta in questi giorni e si chiuderà il prossimo 21 maggio. Invitati a partecipare sono studenti e studentesse, dottorandi e dottorande, startupper e appassionati/e di coding, elaborazione dati e video o informatica, animati da una passione anche per gli sport invernali.  La squadra vincitrice dell’hackathon avrà la possibilità di assistere al dietro le quinte di un importante evento sportivo della prossima stagione.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento