Un Viaggio nel Tempo con 366 Cartoline della Val di Fassa

Dopo il successo del libro “Fascegn. Retrac de jent da zacan”, l’Union di Ladins de Fascia presenta una nuova opera che promette di affascinare gli amanti della storia e della cultura ladina. Si tratta di una raccolta di 366 cartoline d’epoca, curate da Nicoletta Riz e provenienti dalla collezione personale di Fiorenzo Secchi Floz di Campitello.

Hella - We design cool shadows

Questa nuova pubblicazione, interamente in bianco e nero, offre un viaggio visivo attraverso la Val di Fassa, dai paesaggi mozzafiato del passo Fedaia fino a Moena. Le cartoline, risalenti per lo più agli anni ’50 e ’70, rappresentano un tesoro iconografico che racconta l’evoluzione dei paesi, delle attività turistiche, delle abitazioni e della vita quotidiana della valle. Attraverso queste immagini, i lettori potranno rivivere il fascino di un’epoca passata, osservando i primi turisti, gli antichi hotel e i primi rifugi.

Cemin Sport

Ad arricchire ogni pagina, accanto alle fotografie, sono presenti proverbi tradizionali raccolti e pubblicati negli anni ’70 e ’80 da Simon de Giulio e Ottavio Doliana. Questi proverbi, tratti dalla rivista Mondo Ladino dell’Istituto Culturale Ladino, sono presentati nelle loro varianti linguistiche del brach e del cazet, accompagnati dalla traduzione in italiano.

Martino Vanzo
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Lascia un commento