Val di Fassa Running: domani la prima tappa a Fontanazzo

Il cuneese di Costigliole Saluzzo Moreno Dalmasso per concedere il bis dopo la vittoria dello scorso anno, il trentino di Sopramonte Matteo Vecchietti per certificare la sua importante stagione anche in una gara a tappe, il bergamasco di Villa d’Ogna Antonino Lollo specialista delle gare su lunga distanza per lasciare in segno in una tipologia di gara per lui nuova. Si presenta con queste credenziali la lotta per il podio e per la vittoria nella Val di Fassa Running numero 23, che domenica 25 giugno scatterà alle 9,30 in località Fontanazzo per la prima delle cinque tappe in programma.

In totale gli iscritti che prenderanno parte a tutte le frazioni per un totale di 49 km, hanno raggiunto quota 300, con al femminile un quintetto che vuole lasciare il segno, a partire dall’intramontabile Ana Nanu dell’Atletica Rimini, quindi la trentina Sara Baroni dell’Atletica Quercia, Alice Colonetti della Bracco Atletica, Valeria Poltronieri del Circolo Minerva e Sofia Scanzani, ma come spesso accade le sorprese sono sempre dietro l’angolo.

È tutto pronto nella valle ladina per la gara podistica a tappe più partecipata d’Italia. Il prologo avrà come luogo di partenza e arrivo il prato di Fontanazzo, a lato del fiume Avisio, ed avrà uno sviluppo di 11,6 km, mentre la seconda tappa di lunedì si sposterà a Passo San Pellegrino per apparecchiare una frazione nervosa con una lunghezza di 11,8 km. Nella giornata di martedì 27 giugno la carovana di runner e camminatori si sposteranno a Pozza di Fassa, attuale Sèn Jan di Fassa, con la novità della tappa serale della lunghezza di 9 km. Formula che era già stata proposta nelle edizioni del 2018 e 1019 ed avrà inizio alle ore 20,30.

Dorigoni

Mercoledì il tradizionale giorno di riposo per consentire a tutti i partecipanti di ammirare le bellezze della Val di Fassa, quindi tutti in pantaloncini e canotta giovedì mattina per il quarto atto che prevede con partenza e arrivo il paese di Soraga, per una frazione di 8,4 km. Pomeriggio defaticante con la parentesi della Mini Running Kids in zona Fraine a Pera di Fassa, con vista tappone dolomitico di venerdì 30 giugno. L’ultima frazione vedrà la partenza da Campitello e l’arrivo al Col Rodella, transitando per Canazei, per complessivi 8,2 km, ma soprattutto con 1036 metri di dislivello positivo. Una frazione con un arrivo suggestivo, con le Torri del Sella, Sass Pordoi e Marmolada a fare da cartolina, che era stato riproposto l’ultima volta nel 2016 e che sarà intitolata ad Elio Pollam, stimato dirigente e prezioso collaboratore del comitato organizzatore. Zona di arrivo che i familiari e i tifosi potranno raggiungere comodamente salendo proprio con la Funivia.

Arredamenti Depal

Chiuse le iscrizioni per l’intero giro podistico, chi vorrà potrà indossare il pettorale anche per prendere parte alle singole tappe, compreso il tappone dolomitico che è a tutti gli effetti una sfida di sola ascesa, al costo di 20 euro a tappa. Tutte le info su www.valdifassarunning.it

Foto: PegasoMedia

Expert f.lli Tomaselli
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email