Val di Fassa Running: già 250 gli iscritti tra cui Antonino Lollo

Sono numeri interessanti quelli che propone la 23esima Val di Fassa Running, la corsa podistica a tappe che tornerà nella valle ladina da domenica 25 a venerdì 30 giugno, con il tradizionale format, ma pure con qualche novità nei contenuti sportivi. Il Comitato organizzatore coordinato da Armando Mich e dalla responsabile dei percorsi Ornella Tarter hanno infatti ufficializzato i tracciati di gara che propongono complessivamente 49 km da percorrere in cinque giorni, con il tappone finale del venerdì che avrà come teatro la frazione con partenza da Campitello e arrivo in quota a Col Rodella, in un contesto paesaggistico decisamente emozionante. Come sempre sarà l’ultimo atto a decretare la classifica finale di una challenge che lo scorso anno aveva visto trionfare Moreno Dalmasso, cuneese di Costigliole Saluzzo e Monica Seraghini, marchigiana di Urbino.

A quindici giorni dallo start gli iscritti hanno già raggiunto quota 250, con oltre 150 runner fra agonisti e camminatori provenienti da fuori regione. In attesa di formare la prima pagina della starting list con i pettorali più bassi alla segreteria del Comitato Organizzatore sono giunte le prime due iscrizioni importanti. Ovvero quella del siciliano, ma bergamasco d’adozione Antonino Lollo, campione italiano di maratona assoluto nel 2021 con 2h16 che nella vita fa il poliziotto. Interessante anche l’adesione del trentino di Sopramonte Matteo Vecchietti, vincitore dodici mesi fa della tappa di Vigo di Fassa, alla sua prima ed unica partecipazione.

Il prologo avrà come luogo di partenza e arrivo la località di Fontanazzo, a lato del fiume Avisio, ed avrà uno sviluppo di 11,6 km, mentre la seconda tappa di lunedì si sposterà a Passo San Pellegrino per apparecchiare una frazione nervosa con una lunghezza di 11,8 km. Nella giornata di martedì 27 giugno la carovana di runner e camminatori si sposteranno a Pozza di Fassa, attuale Sèn Jan di Fassa, con la novità della tappa serale della lunghezza di 9 km. Formula che era già stata proposta nelle edizioni del 2018 e 1019 ed avrà inizio alle ore 20,30.

Ski Area Catinaccio a Vigo di Fassa

Mercoledì il tradizionale giorno di riposo per consentire a tutti i partecipanti di ammirare le bellezze della Val di Fassa, quindi tutti in pantaloncini e canotta giovedì mattina per il quarto atto che prevede con partenza e arrivo il paese di Soraga, per una frazione di 8,4 km. Pomeriggio defaticante con la parentesi della Mini Running Kids in zona Fraine a Pera di Fassa, con vista tappone dolomitico di venerdì 30 giugno. L’ultima frazione vedrà la partenza da Campitello e l’arrivo al Col Rodella, transitando per Canazei., per complessivi 8,2 km, ma soprattutto con 1036 metri di dislivello positivo.
La Val di Fassa Running si annuncia un evento che ha sempre un grande richiamo, nato nel 1999 su intuizione di Stefano Benatti con la denominazione Traslaval, ribattezzato nel 2012 come Val di Fassa Running, nel 2020 e 2021 è rimasto fermo ai box per l’emergenza sanitaria. E fra poche settimane tornerà nella sua veste migliore, quella di abbinare il tanto amato sport ad una vacanza attiva, dove le parole d’ordine sono rilassamento, socializzazione, agonismo, divertimento e ossigenazione.

Le proposte in quanto ad iscrizioni sono identiche come tariffa sia per quanto riguarda la competitiva e la ludico motoria al costo di 100 euro, con la possibilità di iscriversi sul sito www.valdifassarunning.it anche alla singola tappa con 20 euro.

Foto: Pegaso Media

Expert f.lli Tomaselli
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email